Valentino Rossi arriva 5o ad Aragon (2017) con una sola gamba!

Che fosse il pilota più forte del motociclismo moderno nessuno, ormai, lo mette in dubbio, neanche i suoi detrattori, i tifosi degli avversari e coloro ai quali, per tante ragioni, Valentino Rossi non sta simpatico. 

Ma quello che ha fatto il talento di Tavullia, per giunta a 38 anni suonati, al Gran Premio di Aragon, giungendo quinto sul traguardoa soli 24 giorni dall'operazione per ricomporre la frattura di tibia e perone, ha davvero dell'incredibile.

Perché se la prima fila conquistata nelle prove, con il terzo posto, era apparso straordinario, tutti erano convinti che le fatiche della gara non gli avrebbero consentito di essere competitivo fino all'ultima curva.

E invece Valentino Rossi, stoicamente, ha resistito, dimostrandosi più forte della sfortuna e più forte del dolore fisico.

Certo, nella corsa al titolo mondiale la vetta si allontana ulteriormente, dopo la vittoria, scontata, di Marquez. E Valentino Rossi perde anche la quarta piazza della classifica iridata, a vantaggio di Dani Pedrosa, giunto secondo ad Aragon. Ma sperare di far meglio non si poteva.

L'incidente e la prodigiosa risalita in motocicletta di Valentino Rossi aggiungono mito al mito, in una stagione dove comunque, anche senza l'incidente che gli è costato la tibia ed il perone mentre si stava allenando, il talento di Tavullia non avrebbe potuto laurearsi ancora una volta campione del mondo.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube macto dotcom. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!