Moto Guzzi Alce: accensione

Subito prima dello scoppio della seconda guerra mondiale, nel 1939, Moto Guzzi lanciò il suo nuovo modello di motocicletta che ben presto sarebbe stato adottato anche dalle forze armate impegnate nel conflitto.

Si tratta della Moto Guzzi Alce 500, su cui era montato un motore monocilindrico da 498,4 cm3 che sprigionava una potenza di 14 cavalli ed era in grado di spingere questa due ruote fino alla velocità massima di 90 km/h mentre il serbatoio aveva una capacità di 13,5 litri che garantivano un'autonomia di circa 300 km di percorrenza.

Il telaio, tubolare a doppia culla, è risultato estremamente affidabile e resistente anche nell'utilizzo bellico, per cui questa moto era stata progettata, e si rivela ancora adattissimo alla guida stradale. L'impianto frenante è ad espansione, azionabile manualmente sulla ruota anteriore e invece a pedale su quella posteriore.

Nel video si può ammirare uno splendido esemplare di Moto Guzzi Alce, prodotta tra il 1939 e il 1945 in soli 7500 esemplari, nella sua versione biposto, con la tipica doppia sella separata e la presenza del manubrio anche per il passeggero. Di colore rosso, questa Alce è stata perfettamente restaurata e risplende alla luce del sole, pronta per riassaggiare le strade e concedere momento di pura estasi al proprietario.

L'accensione a pedale, lo straordinario suono di un motore perfettamente calibrato e la perfetta lucidatura rendono questo esemplare specifico un enorme piacere sia per l'udito che per la vista e fanno sorgere una naturale invidia nei confronti di chi, aprendo la serranda del proprio garage, può salirci in sella e godersi l'aria fresca sul volto, sfrecciando su un mezzo storico assolutamente straordinario.
Autore marcolestu
Vota questo articolo
Watch
Condividi

Lascia il tuo commento!